You are here

Internet e PD - Intervista ad Anna Finocchiaro

[img_assist|nid=125|title=Anna Finocchiaro|desc=|link=none|align=left|width=226|height=378]

Democratici Digitali (DD): Buongiorno senatore Finocchiaro. Vuole presentarsi?

Anna Finocchiaro (AF): Sono nata nel 1955 a Modica in provincia di Ragusa ma vivo a Catania con la mia famiglia. Dopo essermi laureata in giurisprudenza ed essere entrata in magistratura (1982) ed aver fatto il magistrato per diversi anni in Sicilia, sono stata eletta parlamentare per il PCI  prima, per i DS poi e ora per il PD. Ho ricoperto diversi incarichi parlamentari, ho presieduto la Commissione Giustizia della Camera per alcuni anni e sono stata Ministro delle Pari Opportunità nel governo Prodi dal 1996 al 1998.  Da due legislature sono Presidente del Gruppo del PD al Senato.

DD: Il 27 gennaio 2009 lei insieme ai senatori del PD Vita e Vimercati e con il professor Stefano Rodotà avete presentato in Senato il DDL sulla "Neutralità della Rete". Cos’è la net neutraliy e perché è importante preservarla?

AF: Noi riteniamo giusto garantire che in Internet i servizi siano accessibili a tutti gli utenti allo stesso modo senza creare utenti di serie A e di serie B. Tutti i cittadini digitali devono avere lo stesso trattamento: gli operatori della rete non devono esercitare alcuna forma di discriminazione né sui contenuti né sugli utenti; né territoriale e ancor meno di genere.

DD: Quali sono i contenuti principali del disegno di legge "Disposizioni per garantire la neutralità delle reti di comunicazione, la diffusione delle nuove tecnologie telematiche e lo sviluppo del software libero" (qui in pdf)"?

AF: Mi sembrano molto importanti gli articoli 5 e 6. Il primo detta le regole per un’accesso neutrale alle reti e la trasparenza nelle condizioni di accesso e il secondo norma le "garanzie" per gli utenti nell'accesso alle reti e ai servizi. Altri aspetti significativi del DDL riguardano incentivi per lo sviluppo del software libero e le forme di accessibilità ai contenuti in rete.

DD: Perché il PD ha deciso di presentare questo DDL? Internet è importante anche da un punto di vista politico?

AF: Si tratta di dar corso ad un’iniziativa politica volta alla difesa dei "nuovi diritti digitali"; si deve da un lato garantire l’innovazione tecnologica per permettere a PA, imprese e cittadini di utilizzare in modo efficace ed efficiente la rete ed il web e dall’altro garantire un uso democratico e partecipativo dei nuovi media.

DD: Cosa ne pensa della politica digitale del governo Berlusconi?

AF: Berlusconi ed i suoi ministri fanno solo annunci senza poi mettere in pratica nulla. La vicenda della banda larga è emblematica: un sacco di promesse ma, nella pratica, zero risultati. Il Cipe non ha mai approvato i fondi per rimuovere il digital divide. Le ultime dichiarazioni del viceministro Romani indicano che lo sblocco dei fondi per la banda larga ci sarà solo dopo aver completato il passaggio al digitale terrestre in tutta Italia. Praticamente stiamo ragionando in termini di prossima legislatura. È uno scandalo! L’Italia sta accumulando ritardi inaccettabili su Internet. 

DD: Il centro-destra sembra voler in ogni modo mettere Internet sotto controllo attraverso leggi discutibili. Il recente decreto del governo sulla Televisione e Media ( qui in pdf) sta suscitando più di un dubbio per il tentativo di mettere sotto controllo i contenuti del web. Cosa ne pensa?

AF: Purtroppo dispiace registrare una distanza culturale tra il mondo e casa nostra, dove si cerca di aumentare il potere censorio sulla rete. Personalmente credo che anche questo dimostri come, su scala internazionale, il nostro Paese, grazie al governo Berlusconi, non sia tra le locomitive della crescita e dello sviluppo. 

DD: Grazie senatore.

AF: Grazie a voi.

Tutto su Anna Finocchiaro

Altre interviste su www.democratici-digitali.com

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Full HTML

  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.